Tappingdiotima

Una mamma umanitaria

Ed eccomi di ritorno da un tour nella provincia del Kongo Centrale, dove più di 20 000 persone hanno perso la casa a causa di un’inondazione. Il fiume Congo strabordò la notte del 27 dicembre.

Per la prima volta da nove mesi abbondanti mi sono separata per più di una decina di ore (lavorative) dalla bibina …  cioé non ho visto la bibina per 81 lunghissime ore.

Niente panico ! Ce l’ho fatta ! Ed ho persino reso raggiante la nostra Rappresentante. Alla riunione di coordinazione umanitaria generale della settimana scorsa UNFPA é stata citata in tutte le “slide” della presentazione: 350 kits per le donne et ragazze più vulnerabili, 400 t-shirt per le ragazzine, e soprattutto 50 kit post-stupro e 400 per l’assistenza al parto.

Ok. Lo ammetto: la sera sì … mi sentivo un po’ sola soletta, ma quella era la mancanza di JP !

Ok, ok…. la verità? Io, l’essenzialista dei giochi… ho cercato ovunque, per tre giorni, un “ciapino” da portare alla bibina. Fortunatamente non ne ho trovati.

… non siete ancora contenti esigui lettori?

Ebbene lo ammetto : lacrimuccia-nostalgia ogni santa volta che JP m’inviava una fotina della bibina. Eppure gli ormoni scombussolati della gravidanza e allattamento dovrebbero avere oramai ristrovato un certo equilibrio…..

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: